VISITATORI

05/10/12

Cibarsi


Mi tenete in una morsa di attesa
camminando in obliquo le briciole delle pause fra le consonanti e vocali
che cercate ripetutamente di stampare dentro di me con i vostri aliti leggeri e silenziosi...

Mi sfiorate
fra le vostre movenze distanti e fredde rifugiando l'impeto di un abbraccio; masturbando
quell'ossessa volgarità
trascinando i sospiri fra le pareti delle vostre labbra; sorrisi
infuocati che vorrebbero dissetarsi del mio respiro che la carne trattiene ...




 

6 commenti:

  1. Ancora mi sazio
    del tuo cibo
    non è ingordigia
    è ..............

    RispondiElimina
  2. fatelo... ve ne prego.. attraversatemi nel respiro di questo bacio che accorso arrotola lo stesso cibarsi, grazie

    RispondiElimina
  3. Ne percorro la scia delsuo profumo, ho ancora il sapore in bocca, e con la mia lingua avidamente raccolgo gli ultimi sapori dalla labbra.

    RispondiElimina
  4. .. siete attratto da queste mie emozioni...??!!

    RispondiElimina
  5. "" attratto"" da tutt'una emozione. la completezza stà in tutte le sue sfumature di colori tenui e forti ...... e ne danno un'apparente sazietà.

    RispondiElimina
  6. vero! pochi cmq possono notare ciò

    RispondiElimina

GRAZIE PER LEGGERMI NEI MIEI GIARDINI