VISITATORI

05/12/14

M_D

sento il mare
fra le onde del cielo
riempirmi di abbracci

Sento la tua voce
insaziabilmente dentro il mio palato
eco perduto
un do re mi fa in un pentagramma
stellare ...



09/10/14

Giocato

Avete giocato
                                                              
Bramando


Avete ordinato 

Urlando


Avete odiato

amando

lettere
di un alfabeto
in_reale

fra le dita
nel torace..




                                                              

18/05/14

Tracce di panna

Avete inclinato la gola
ne avete sorseggiato la linfa
dividendo il pasto
nella vostra bocca intagliando i giochi ...

Avete raccolto
odori e piccole porzioni
di saliva dentro la gabbia
il corpo piaceva; rude e sinistro
come il core che avete dentro
che avete abbeverato in questo tempo
così stretto e accattivante
ringhiando
usando e trasformando la pasta in bordello!!

30/03/14

Ditemi

"Ditemi se dalla vostra bocca si vede il corpo"
nudo
sapiente
consapevole
avvolgente
" Ditemi se dalla vostra bocca si vede il corpo"
mansueto
voglioso
ansimante
"Ditemi se dalla vostra bocca si vede il corpo"
aggressivo
distante
dispendioso
come quando giocaste ha nascondino dentro di me..




06/03/14

cilindrico

come un corpo
sarà il vostro piacere

come un respiro
sarà la vostra dolcezza

e l'incanto delle vostre dita
saranno un sussulto per la mia saliva
che nel palato vi brama oniricamente..



.... 
immagini dal web

02/02/14

Di Salute

Beveste in gesto di salute
in quel calice ancora vuoto
che  il tempo dimenticò nell'armadio...

E sedeste alla destra
ubriacando la sinistra
e dei peggiori spasmi urlaste
mentre le pareti della vostra mente
assumevano sbandatamente il guadagno
mercenario di una delle vostre dita; e lentamente si riempì..


Mormoraste nella pastura di un Dio il rovescio che illuminò l'anima
e sventro' l'abisso..

 

18/01/14

Silenzi

Silenzio
mi inghiotti' mordendo
Caparbio ossuto a nudo mi ricopri'
di camici neri e sguardi funesti...
Silenzio
scoloriste la mi anima
nei grigi occhi di un altruismo falso
e acchiappaste le risa e i pianti
nel sacro pane che il giorno
ebbe nel pasto di una tavola calda
e pensieri ambrati..
Silenzio 
mi consigliaste di ornar le mie parole
di spasmi e pause
nella paura rincorreste le mie mani
e di essa si fece forte l'astuto pugno
che con mano ferma mi schiaffeggiò
ghermendomi.